1LP: Locarno - Bruehl 6:3


Se il Locarno dovesse essere retrocesso alla fine di questa stagione, di sicuro non gli si potrebbe rimproverare di avere mollato anzitempo. La partita di sabato contro il Bruehl ne è stata la dimostrazione. Virtualmente condannato al momento dell’ 1-3 realizzato dai sangallesi, l’undici di Ragini ha avuto una portentosa reazione, mettendo a segno nel giro di una mezz’ora scarsa cinque reti, figlie forse di un rilassamento colpevole degli ospiti, ma soprattutto della rabbia di evitare un destino ineluttabile.
Già bravi la settimana scorsa a Sion, i bianchi hanno dimostrato di nuovo di essere capaci di giocare un buon calcio anche in circostanze mentali poco favorevoli, come quelle suggerite dal risultato del Tuggen, vittorioso sullo Zurigo Under 21 e quindi, prima dell’incontro, di nuovo a +9 dai ticinesi. I verbanesi sono stati bravi a trasformare la disperazione in energia positiva, una caratteristica che verrà sicuramente buona anche negli ultimi impegni. Il calendario sembra favorire quello che pareva essere un miracolo fino ad un paio di settimane fa, perché i sopracenerini si recheranno prima nella tana del demotivato e indebolito Zurigo Under 21 e poi ospiteranno il Tuggen, in una partita che sarebbe un vero e proprio spareggio se il distacco tra le due squadre dovesse essere di tre punti. Ricordiamo che in caso di parità alla fine del campionato, il Locarno sarebbe davanti. Inutile però fare calcoli. In una situazione così compromessa, i ticinesi non devono fare altro che vincere e sperare che le squadre che affrontano le avversarie dirette s’impegnino a fondo. Cosa che non è per nulla scontata.

Locarno-Brühl 6-3 (0-1)

Reti: 33’ Sabanovic 0-1; 47’ Stojanov 1-1; 50’ Sabani 1-2; 57’ Ranisavljevic 1-3; 58’ Maggetti 2-3; 70’ Stojanov 3-3; 83’ Federico Rodriguez 4-3; 86’ Eschmann 5-3; 87’ Becchio 6-3.

Locarno: Buono; Regazzi, Pagano, Loiero, Nimeley; Maggetti (82' Zubcic), S. Rodriguez, Muharemi (61’ Becchio); Cetrangolo (46' Eschmann); F. Rodriguez, Stojanov.

Arbitro: Michael Brunner.

Note: 400 spettatori. Ammoniti: 13’ Ranisavljevic; 44’ Buono; 62’ Regazzi.

Etichette: , ,