CL: Servette ancora vivo e reattivo


Partita da vincere ad ogni costo per un Servette largamente rimaneggiato che a tre giornate dalla fine del torneo si ritrova spalle al muro dopo la vittoria del Lugano alla Pontaise. Con il timore di finire in padella, i grenats hanno affrontato il Wohlen alla Niedermatten, campo sul quale la compagine di Sforza ha perso cinque delle ultime sette partite. Di fronte a 1300 spettatori, Kevin Cooper lancia in prima squadra i giovani Zakaria, Kutesa e schiera un'inedita coppia di centrali composta da Pont e Sauthier. L'inizio di partita sembra promettere una serata da incubo per i ginevrini che come assenti subiscono il Wohlen ed anche la logica rete dello svantaggio: in rete ancora una volta Simone Rapp con il contributo di Geissmann (21').
La rete offre l'opportunità al Servette di cercare tutte le motivazioni possibili per non scrivere troppo presto i titoli di coda del torneo, ma tutto sembra precipitare quando Roux si fa parare un rigore da Tahiraj concesso da Klossner per un fallo su Gazzetta (41'). Il ritorno dagli spogliatoi vede un Servette trasformato nell'orgoglio che si getta con la forza della disperazione alla ricerca dei tre punti. Dopo soli tre minuti Jocelyn Roux si fa perdonare l'errore dal dischetto siglando di testa su centro di Bua il goal del pareggio. E' il giovane Zakaria a tenere in vita le speranze di promozione del Servette mandando all'aria i pronostici di Arno Rossini e regalando un 2-1 che lancia la squadra di Cooper verso la vittoria. Il 3-1 finale - ottenuto con un rigore di Bua da lui stesso procurato - sigilla i tre punti per il Servette (in superiorità numerica negli ultimi 10 minuti per l'espulsione di Grether) che venerdi sera ospiterà lo Sciaffusa in concomitanza con il derby di Cornaredo tra l'imbattuto Chiasso targato Schaellibaum e la capolista Lugano: sarà questa la giornata decisiva del torneo di Challenge League ? (dp)

Etichette: , ,