2LI: sta nascendo il nuovo Taverne


Smaltita rapidamente la retrocessione, la dirigenza e lo staff tecnico del Taverne stanno allestendo una rosa competitiva in grado di giocare ruolo da protagonista con le migliori squadre di 2^ Interregionale. Secondo quanto comunicato dal Presidente Carlo Burà, un numero in doppia cifra di giocatori non è stato confermato. Tra coloro che non vestiranno più giallonero vi sono anche Barone, Cariglia, Krasniqi e Quesada che sono rientrati dai rispettivi prestiti. Il nuovo allenatore Adriano Di Vittorio, il DS Fabrizio Antonioli (Foto CHalcio) e il DT Pino Manfreda avrebbero già individuato alcuni giocatori in grado di colmare le lacune emerse nel corso della scorsa stagione.
Elementi in grado di mettere al servizio della squadra quelle caratteristiche venute meno in un campionato come quello di 1^ Lega nel quale il Taverne non è mai stato in grado di giocare ruolo determinante. Secondo le prime indiscrezioni, arriverebbero alla corte del Presidente Burà due '95 provenienti dall'AC Renate: Davide Roda e Lorenzo Mascheroni. Fedele al tecnico Di Vittorio, via Gambarogno, dovrebbe accasarsi a Taverne il capitano Nicolò Tamagni mentre dal Paradiso sembra ufficiale l'ingaggio di Luca Spini, titolare di esperienza in Challenge League con il FC Locarno. Della vecchia guardia resteranno tra gli altri con ogni probabilità Bernasconi, D'Amato e anche gli infortunati Berisha e Forzano: per il primo la convalescenza durerà più o meno un semestre mentre per il secondo è molto probabile un rientro a settembre. Alcune trattative sono attualmente in corso e la possibilità di migliorare ulteriormente la qualità del gruppo sembra essere concreta. (dp)

Etichette: , , , ,