2LR: Cinquina di fine anno e...festa granata!


di Luigi Michael Badone

Nel caldissimo pomeriggio di Giubiasco, tanto che l’arbitro ha dovuto concedere in entrambi i tempi il “water drinking break”, il Bellinzona è riuscito a mettere il punto esclamativo sulla stagione portando a casa la promozione. La partita di oggi, almeno sulla carta, avrebbe dovuto essere una formalità e per una volta tanto il pronostico è stato rispettato con i granata che hanno disposto a proprio piacimento di un Giubiasco nettamente inferiore al cospetto della squadra di Patelli (Foto archivio CHalcio). Il tabellino alla fine dice 1-5 con le doppiette di Manev e Sergi più la rete di Djuric, per i padroni di casa la rete della bandiera è arrivata su rigore allo scadere del primo che si è poi concluso con i freschi vincitori della Coppa Ticino avanti per 1-4. Curiosa la maglietta celebrativa, mostrata a fine partita dai bellinzonesi, che mostrava la scritta “Togliamo il disturbo”.
Un “disturbo” che sicuramente dalla prossima stagione in 2 Lega regionale non ci sarà più e sicuramente vi sarà un campionato più equilibrato, va però anche detto che questo “disturbo” ha portato ottimi incassi a tutte le altre società. Per la nuova società granata costituitasi la scorsa estate si tratta del raggiungimento dell’obiettivo (a mio parere minimo, vista la netta superiorità rispetto alla concorrenza) principale della stagione a cui comunque va aggiunta la Coppa Ticino già in bacheca per quella che sarà comunque una stagione da ricordare vissuta tra alti e bassi (con il sorpasso sul Vedeggio alla penultima giornata dopo avere perso lo scontro diretto) e che ha visto anche il cambio di allenatore all’inizio del girone primaverile. Appunto da un allenatore giovane e bravo come Patelli e senza rivoluzionare la squadra si deve ripartire anche la prossima stagione nel campionato di 2 Lega Interregionale (una sorta di “Tessiner League” vista anche la presenza di Taverne, Team Ticino, Castello ed Ascona). La rosa di questo Bellinzona attuale è sicuramente già competitiva per le posizioni di vertice della categoria appena conquistata. Ora tocca al mercato cercare di ampliare il divario con le altre, ma come detto senza ritoccare troppo.

Etichette: , , ,