2LR: Flop Vedeggio; ACB in festa


C'è tutto un universo di considerazioni a rendere complessa l'analisi di un fine settimana pazzesco che dalla Super League fino alle leghe minori ha fatto e farà parlare per parecchie settimane. E' il bello del nostro mondo e l'importante - di fronte ai successi così come alle delusioni - è cercare di essere il più possibile sereni senza perdere di vista le prospettive che per le varie categorie interessate - da quelle dirigenziali a quella del puro e semplice appassionato - rappresentano tutto quanto serve per girare pagina e ricominciare. Come potrà ricominciare ad allenarsi il Vedeggio di fronte all'inutilità di un campionato da settanta punti andrebbe chiesto ai diretti interessati che per il secondo anno consecutivo rischiano di restare con un pugno di mosche in mano.
La squadra di Peschera - già beffata lo scorso anno dal Castello - lascia nelle mani del Bellinzona la vetta della classifica a novanta minuti dal termine e rispetto allo scorso anno non potrà nemmeno difendere la Coppa Ticino. Nel pazzo pomeriggio di 2^ Regionale, la capolista è stata sconfitta da un Losone super motivato che al contrario delle previsioni non si è affatto risparmiato per la Coppa nell'intento di difendere a denti stretti quel terzo posto ancora nel mirino delle sole Paradiso e Porza. In vantaggio con una rete di Matteo Cipolletti (Foto JPM) il Vedeggio ha incassato il pari poco prima della pausa: la rete di Gabriele Censi (Foto JPM) ha di fatto rimesso in discussione tutto un campionato. In una gara da dieci cartellini gialli, la partita si è trasformata in una vera battaglia e ad un certo punto è addirittura sembrato che i tre punti fossero una prerogativa assoluta della squadra di Frigomosca che nel finale - con il Vedeggio alla disperata ricerca del goal promozione - ha addirittura centrato l'obiettivo con una rete nei secondi di recupero messa a segno da Matteo Tramér (Foto JPM). La notizia della sconfitta del Vedeggio ha fatto esplodere di gioia il popolo granata che dopo aver pensato di sbrigare in fretta la pratica Malcantone (doppietta di Manev nei primi dieci minuti) ha dovuto attendere gli ultimi venti minuti per sigillarla dopo il temporaneo 2-1 di Serrao (43'). Al 70esimo il 3-1 di Samuele Preisig ha permesso ai granata di pensare solo alla partita dei Saleggi arrotondando nel mentre lo score con Manev e Sergi. Mercoledì - in attesa degli ultimi scampoli di stagione - andrà in scena la finale di Coppa Ticino tra Bellinzona e Losone. Ad Ascona - oltre al trofeo - ci si giocherà l'ingresso nel turno principale di Coppa Svizzera. Divertimento assicurato.





Etichette: , , ,