CDM: Svizzera beffata al debutto



da www.rsi.ch

Ci sono sentimenti contrastanti dopo l'esordio della Svizzera in una fase finale di Coppa del Mondo. Quello della soddisfazione per aver tenuto brillantemente testa alle campionesse in carica, e per tutti i novanta minuti. E quello del rimpianto per le situazioni create ma non concretizzate. Il nome che tutti si sono annotati è quello che noi già conscevamo bene: Ramona Bachmann. Da sola ha fatto ammattire la difesa giapponese, da sola ha tenuto vive le speranze di fare risultato.
Alla fine però a decidere tutto è stata una scelta arbitrale opinabile, la concessione del calcio di rigore contro le elvetiche, per il contatto tra la numero uno elvetica Gaelle Thalmann e l'attaccante asiatica Ando, contatto considerato falloso dalla messicana Venegas. Un episodio che a conti fatti ha condizionato l'esito del cofronto. L'esecuzione perfetta della capitana Miyama non ha lasciato scampo a Thalmann, confermata titolare dopo i dubbi della vigilia. LEGGI IL RESTO
 
GIAPPONE - SVIZZERA 

Etichette: ,