Da Zero a Sei: il mercato delle squadre di Super




di Ariele Mombelli

A tre settimane dall'inizio della stagione 2015/2016 proviamo a dare un voto al mercato delle squadre di Super League.

Basilea
I campioni svizzeri in carica hanno perso due nazionali: Fabian Schär e Fabian Frei. Il primo giocherà nell'Hoffenheim, il secondo nel Mainz. Oltre a loro, il Basilea dovrà fare a meno anche dell'eterno Marco Streller, ritiratosi. L'ex nazionale in Super League era ancora in grado di fare la differenza. I rossoblu dovranno gestire al meglio anche la situazione (non semplice) del loro gioiello Breel Donald Embolo, corteggiato da mezza Europa. La sua intenzione sembra quella di crescere al St Jakob perlomeno per un ulteriore anno. Quello che verrà, potrebbe essere per lo svizzero di origine camerunese, l'anno del definitivo salto di qualità: potrebbe rivelarsi lui il vero colpo di mercato del Basilea. In entrata da segnalare gli acquisti per la difesa di Michael Lang dal GC, bravo ma spesso disattento, e di Daniel Hoegh, danese proveniente dal Odense sul quale non possiamo esprimerci non avendo abbastanza informazioni. Per sostituire l'allenatore Paulo Sousa, passato alla Fiorentina, è stato chiamato Urs Fischer. Perfetto conoscitore del calcio svizzero, Fischer è stato preferito ad allenatori più esperti quali Di Matteo e Donadoni per fare due nomi. Sousa ha riscontrato qualche problema a calarsi nella realtà nonostante la vittoria del campionato, Fischer siamo sicuri che non avrà problemi.Voto: 3,5

GC
La squadra di Tami ha perso si molti giocatori in questa sessione di mercato, ma pochi sono quelli di spessore. Esclusi Abrashi (passato al Friburgo) e Lang (al Basilea), i restanti partenti sono elementi che avrebbero dovuto lasciare il segno, ma che per diversi motivi non l'hanno fatto: parliamo di Davari (portiere della Nazionale iraniana all'ultimo mondiale), Grichting (ex nazionale ora ritiratosi), Merkel (ex Udinese e Milan) e Ngamukol (attaccante che quest'anno ha visto raramente la porta). Per quanto riguarda i nuovi acquisti segnaliamo Kim Källström, nazionale svedese che ha indossato le maglie di Rennes, Lione, Spartak Mosca e, per poche occasioni, Arsenal. Per sostituire Lang è stato acquistato il solido Alexandre Barthe dal Ludogorets, squadra con cui si è confrontato il Basilea nella scorsa edizione della Champions League. Bisognerà attendere come reagirà il sorprendente Alban Pnishi (centrale di difesa ex Wohlen) al salto di categoria. Tra i pali è stato ingaggiato Mall, titolare la scorsa stagione ad Aarau. A breve arriverà invece l'ufficialità di Marko Basic, in assoluto il migliore giocatore della passata Challenge League.Voto: 4,5

Lugano
Il mercato del Lugano è ancora fermo al palo. Il presidente Renzetti ha però lasciato intendere ieri al triangolare di Taverne che qualcosa nei prossimi giorni si muoverà. In uscita è ormai certa la partenza di Basic, elemento che anche in Super League avrebbe potuto fare la differenza. Mentre meno gravi sono gli addii di Cortelezzi e Melazzi. Ottimi per la Challenge, ma non ancora maturi per la Super League. Per la panchina si è deciso di puntare su Zdenek Zeman. Inutile dire che si tratta di una scommessa, ma è così ovunque fosse andato. Questa volta però non ci sentiamo di scrivere che la mancata conoscenza del calcio svizzero sia una pecca. La filosofia di Zeman la conoscono tutti, è chiara. Il boemo ha sempre giocato nella stessa maniera ovunque sia andato. Non sarà lui ad adattarsi al calcio svizzero, ma viceversa. In entrata il croato Pusic sembra avere le qualità fisiche e tecniche per non far rimpiangere Basic, mentre dovrebbero giungere dal Milan due giovani con i quali Zeman ha sempre dimostrato di saper lavorare: Modic e Piccinocchi. Voto: 4

Lucerna
Per ora il Lucerna non è stato molto attivo in questo mercato. Sul fronte entrate non c'è molto da segnalare, sono stati acquistati giocatori discreti che difficilmente faranno la differenza in Super League. Per quanto riguarda le uscite potrebbe essere un problema in chiave spogliatoio la perdita del capitano Alain Wiss, mentre Winter non è riuscito a confermare quanto di buono aveva fatto qualche anno fa e per questo non ha rinnovato. Il più grande colpo di mercato per ora è bomber Lezcano, che dovrebbe continuare a giocare alla Swisspoor Arena. Voto: 3,5

Sion
Per la squadra del presidente Constantin vale lo stesso discorso fatto per il Lucerna. La dirigenza vallesana ha fortemente voluto confermare il blocco principale della squadra che ha portato il Sion a vincere la sua 13esima Coppa Svizzera, aggiungendo alla rosa Matteo Fedele dal GC, Kevin Fickentscher dal Losanna (sarà il secondo portiere), Martin Zeman dai cechi del Pribram e soprattutto Benjamin Kololli, uomo chiave del Le Mont della passata stagione. Deana, passato all'Aarau, è l'unico giocatore ad avere lasciato il Tourbillon. Voto: 3,5

San Gallo
Per quanto riguarda le entrate, non sono grandi nomi che si trasferiranno alla AFG Arena il prossimo anno. Tuttavia i dirigenti hanno operato intelligentemente sul mercato, acquistando giocatori di esperienza e giocatori promettenti. Alain Wiss dal Lucerna porta qualità e quantità in mezzo al campo e potrebbe rivelarsi una bella carta da giocare. Martin Angha, classe 94', ha disputato nell'ultima stagione 16 partite con il Monaco 1860, in passato ha vestito anche la maglia del Norimberga e ha già esordito in Bundesliga. Alexandre Gotal è un esterno molto tecnico che proviene dall'Hajduk Spalato. mentre a Micheal Scherrer, proviene dall'interessantissima U21 che negli ultimi anni a fornito molti talenti al calcio elvetico in generale. Goran Karanovic è l'unica uscita degna di nota. Voto: 4,5

Thun
La sorpresa della scorsa stagione vuole ripetersi. Per farlo i bernesi sono andati a pescare ottimi giocatori dalla Challenge League. Ciriaco Sforza, nuovo ed esperto allenatore più volte accostato al Lugano, ritroverà il suo attaccante del Wohlen Roman Buess che tanto bene aveva fatto all'andata dello scorso campionato. Norman Peyretti è un altro giocatore proveniente dalla Challenge, più precisamente dal Bienne: uno dei pochi a salvarsi nella stagione catastrofica dei Seelander. Dall'YB sono arrivati Marco Bürki e Sven Joss, due giovani interessanti. Importante sarà trattenere Fulvio Sulmoni, vero e proprio faro della retroguardia bernese. In uscita Berat Sadik, trascinatore a suon di gol la scorsa stagione (Buess avrà il difficile compito di sostituirlo) e Alexandre Gonzalez. Sarà interessante vedere come la squadra reagirà alla partenza del propio mister Urs Fischer. Voto: 4

Vaduz
Buhler e Kamber dalla Challenge League (Wohlen e Servette), Mauro Caballero dal campionato uruguagio, Ali Messaoud da quello olandese e la vecchia conoscenza del calcio svizzero Kukuruzovic da quello ungherese sono gli acquisti della compagine del Principato. Se sapranno abituarsi al ritmo della Super, il percorso sarà più facile. Certo è che con un budget limitato non è facile lavorare, la sensazione è che si sia fatto il possibile. Voto: 4

YB
La rincorsa al titolo è già partita in questa sessione di mercato. Benito e Sulejmani dal Benfica sono i colpi più entusiasmanti di tutto il calciomercato di Super League. Nei rispettivi ruoli, sulla carta, sono i migliori di tutto il campionato. A questi va aggiunto Gonzalez dal Thun e il promettentissimo Zakaria dal Servette. La base e le forze principali del gruppo sono state confermate. E potrebbe non essere finita qui. Voto: 5

Zurigo
Tanti giovani promettenti e l'esperto ex Basilea Cabral in mezzo al campo. È questo in sostanza il mercato dello Zurigo. Bua, Baumann e Mariani saranno confrontati con il salto di categoria. Quello dello Zurigo pare un mercato orientato sul medio lungo termine, da sottolineare pure gli arrivi di Symonian e Grgic dalla U21. In uscita l'unico vero peccato è di aver perso Nico Elvedi, passato in Bundesliga al Borussia Monchengladbach. Per ora il titolo rimane utopia, ma un posto in Europa non dovrebbe essere un traguardo impossibile. Voto: 4

Etichette: , , , ,