Dalla B di Bordoli alla S di Schällibaum...


di Flavio Maddalena

Se in Super League, i volti nuovi tra le dieci panchine erano soltanto tre (di cui due “riciclati”), in Challenge League sono ancora meno: due soltanto, entrambi già noti nel mondo del pallone svizzero ed entrambi già accasati da settimane, ossia Martin Rueda e Livio Bordoli. Per il tecnico zurighese, addirittura, si tratterà della terza volta a Wohlen, dove aveva comunque fatto ritorno già nel gennaio di quest’anno, nei panni di DS (panni che non dismetterà). Riguardo a Bordoli, come noto ha lasciato il Lugano – di comune accordo – e dal 2 di giugno è il mister dell’Aarau.
Tra gli altri otto allenatori, infine, tre (Schällibaum, Rahmen e Keser) sono sì stati confermati ma – con all’attivo 10, rispettivamente 4 e 2 sole partite – sono di fatto alla prima vera stagione con i loro attuali colori. Come ieri, ci affidiamo a Davide Morandi, responsabile tecnico alla FTC, per tracciare un rapido ritratto dei dieci mister. LEGGI IL RESTO

Etichette: , , , , ,