Bobo Ciarrocchi è già "Man of the Match"


In un Chiasso apparentemente sulla strada giusta per far bene da subito - senza dubbio il Chiasso migliore visto all'opera nei test di preparazione da parecchie stagioni a questa parte - serviva trovare la via del goal, ma soprattutto che a segnare fossero gli attaccanti. Quanto un "numero nove" abbia necessità di metterla dentro è risaputo ed il goal - in particolare per chi ha il compito di farlo - è sempre un motivo di particolare soddisfazione.
E allora, se il primo goal di Alessandro Ciarrocchi con il Mendrisio è stato casualmente provocato da una conclusione da dimenticare di Melazzi, la seconda rete è stata tecnicamente considerevole. A margine della preziosa doppietta - alla vigilia del debutto di Baulmes - la prestazione di Ciarrocchi è stata convincente sotto la lente di qualsiasi prospettiva. Un Chiasso che ha ribadito in copia l'ottima prova già offerta a Taverne con la Dinamo Bucarest con l'aggiunta di qualcosa di più creativo nei sedici metri. E finalmente, dopo tanto lavoro, si è vista una squadra davvero pericolosa nella gestione delle palle inattive. A tutto vantaggio di una condizione psicologica che aiuterà da subito a sentirsi una squadra "nuova". (dp)

Etichette: , ,