Jacobacci: "Sarà un campionato equilibratissimo"


di Ariele Mombelli
 
Il mercato dello Sciaffusa è sostanzialmente l'arrivo di Ianu e la partenza di Mariani (autore di 9 gol e 12 assist in 33 partite). Il rischio è quello di ripetere una stagione da metà classifica come la scorsa: un peccato visto l'equilibrio che sulla carta pare regnare il prossimo anno. Lo Sciaffusa potrebbe lottare per i primi posti, qual è l'obiettivo stagionale? 

"Innanzitutto tengo a sottolineare che ad oggi il budget per la prima squadra è stato ridotto di ben CHF 300'000.-. Dunque ci tocca lavorare con quanto abbiamo a disposizione: una situazione non semplicissima. Per questo la rosa è stata diminuita di 5 elementi durante questa sessione di mercato (da 24 a 19). Per quel che concerne il campionato concluso non sono molto d'accordo: dopo un andata difficile siamo stati bravissimi nel ritorno essendo stata la terza forza del campionato e guadagnandoci un meritatissimo quarto posto finale. Stesso risultato dell'anno precedente.
Parlare di obiettivi ora è un po' troppo prematuro: siamo ancora in piena preparazione e non abbiamo ancora terminato la campagna acquisti, così come le altre squadre. Posso garantire che i miei giocatori daranno sempre il 100%."
 
Arriveranno altri rinforzi? 
 
"È quello che mi auguro, abbiamo sicuramente bisogno di un centrocampista centrale di qualità.   Almerares e Zarkovic potrebbero lasciare il gruppo per ricavare qualcosa in termini di denaro. Se arrivasse anche un esterno sarei davvero felice."

Tadic sarà affiancato da Ianu, probabilmente il migliore attacco dell'intera Challenge...
 
"È sicuramente un attacco di grandissimo valore che messo nelle condizioni ideali può garantire tantissimi goal. Con me potranno giocare insieme. Inoltre se si dovesse infortunare uno dei due, ci sarebbe il compagno pronto a garantire gol. È un bel vantaggio."

Chi reputa aver agito meglio in questa sessione di mercato?
 
"Difficile da dire...soprattuto perché non tutte le squadre hanno finito la loro campagna acquisti. Penso ad esempio al Wil passato in mano a turchi: per ora non hanno fatto nessun acquisto, ma se è vero che l'obiettivo è la Super League allora qualcuno dovrà pure arrivare"
 
Ci dice un favorito per la vittoria finale?

"Anche qui non é assolutamente possibile fare pronostici. Come detto siamo nel pieno della preparazione e del mercato, inoltre tutte le squadre possono dire la loro, è un campionato troppo equilibrato per poter esprimersi" 

Ivic, suo giocatore la scorsa stagione a Sciaffusa, si allena da molto con il Chiasso e dovrebbe diventare un giocatore rossoblu a breve. Che caratteristiche ha? 
 
"Ivic è una persona squisita: un vero professionista. La stagione scorsa, nel ritorno, è stato vittima di un strappo muscolare che l'ha tenuto lontano dai campi per quasi tutto il ritorno. È un giocatore robusto che bada al sodo e duro nell'uno contro uno: è difficile che si faccia trovare impreparato. Insomma un classico difensore svizzero tedesco"

Ultima domanda sul Lugano e la Super League: voci davano lei vicino ai bianconeri, quanto c'è di vero? Cosa pensa dell'arrivo di Zeman sulla panchina del Lugano?
 
Qualcosa di vero c'è: ho avuto un colloquio con il presidente Renzetti. È una persona squisita, tuttavia ho intuito il suo desiderio di portare a tutti i costi mister Zeman a Lugano. Era lui la sua prima scelta: per questo non se n'è fatto nulla. Zeman lo conosciamo tutti, è un grande personaggio del calcio in Italia: è capace a tirare fuori il meglio da ogni singolo giocatore. È un maestro nel lavoro con i giovani, con ragazzi vogliosi di sacrificio. Il suo gioco sarà basato tanto sulla corsa: sicuramente sarà molto interessante vedere il Lugano all'opera.


Etichette: , , , ,