Man of the Match: Simone Rapp


LUGANO - Mentre guardavo la partita sotto il sole a picco con dietro un cretino che nel giro di 63 minuti ha fatto passare Djuric da genio a pirla, Zeman da altra categoria a "a l"era mei ul Livio" e Pusic da "a l'e' mei dul Basic" a "menu mal ca la capiva da tiral fo" pensavo che ogni volta che lo vedo giocare, Simone Rapp, e' sempre piu' bravo.
Lui - a differenza di altri - per arrive in SL ha dovuto fare il giro del mondo. Perche" in Ticino - fuori i coglioni e ammettetelo - non ci ha creduto un cazzo di nessuno. E allora mi si tollerino i vocaboli perche' questo e' davvero bravo e speriamo che anche Petkovic lo abbia visto. La giocata che manda tu per tu Buess con Russo e' straordinaria. E l'aveva gia' provata nel primo tempo. Purtroppo ieri a Cornaredo c'erano tre quarti di persone che non avevano mai visto una partita di SL live per cui si abbia pazienza. Capiranno.... Pero' mi si consenta di scrivere che ogni volta che lo vedo, il buon Rapp, scuola Morandi, mi sembra sempre anche piu' alto. Inosmma, quando torna in Ticino fa sempre una figura della madonna. E bravi a Thun a crederci. Sia in lui che nel "gemello" Roman Buess. (dp)

Etichette: , , ,