"Stabilità e continuità" a Chiasso


di Marcello Ierace (www.rsi.ch)

Una nuova era, all’alba dei centodieci anni di storia, è pronta ad aprirsi a Chiasso. Anzi è già iniziata. Avvicinatasi "in punta di piedi" a stagione già cominciata, la nuova proprietà Persichino-Cogliandro (detentrice della maggioranza delle azioni rossoblù) mette infatti per la prima volta la propria firma sul progetto chiassese. Un progetto all’insegna della “stabilità e della continuità”, come ha spiegato il presidente del sodalizio calcistico momò Davide Lurati.
"Senza i nuovi azionisti e, ovviamente, anche senza la vecchia proprietà (Della Torre, ndr) che ci continuerà ad accompagnare, il Chiasso non potrebbe restare nel gruppo delle migliori venti squadre svizzere - ha affermato Lurati - E il nostro obiettivo primario è proprio quello di restare ancora tra queste”. Un traguardo considerato certamente possibile, “perché sono ottimista ma anche realista, e poi perché siamo consci di aver messo insieme un gruppo che potrà fare un buon campionato”. Una squadra che sarà ancora guidata da Marco Schällibaum, “l’architetto che nell’ultimo campionato ha evitato che tutta la casa crollasse”. LEGGI IL RESTO 

Ecco chi è Antonio Cogliandro volto nuovo del Chiasso

Regazzoni, nuova bandiera rossoblù

Etichette: , , , ,