CS: Chiasso avanti grazie ai rigori


di Davide Perego

Partita di Coppa complessa per un Chiasso mandato in campo da Marco Schaellibaum con diverse varianti rispetto all'undici che ha iniziato la partita con il Neuchatel. Partita complessa anche per volontà di un Chiasso poco concentrato che nel primo tempo ha regalato ai padroni di casa due reti: la prima dopo un paio di minuti generata da un'incomprensione collettiva della retroguardia rossoblu' e la seconda frutto di un colpo di testa a spiazzare Kovacic di Hanachi su una palla praticamente morta messa nel cuore dell'area dall'interessante Bruno Brito, uno dei tanti giovani che Sebastien Bichard ha messo in vetrina nell'uggioso pomeriggio di Colovray.
Più o meno volontariamente il Chiasso ha risposto alle due reti vodesi prima approfittando di un pasticcio della difesa giallonera (rete da rivedere nei riflessi filmati ma attribuita a Ciarrocchi) e allo scadere del primo tempo con un rigore di Cortelezzi (portiere da una parte e palla dall'altra) concesso per un netto fallo di Cazzaniga su Monighetti dopo un'uscita imperfetta di Mutombo. Un primo tempo prevalentemente di marca giallonera: a conferma della qualità del campionato di 1^ Promotion lo SN ha sfoderato un qualitativo possesso palla che sulla velocità ha mandato in confusione il centrocampo del Chiasso nel quale non ha di certo brillato Franin ed è apparso sotto tono capitan Maccoppi. Isolati sugli esterni Guarino da una parte e Melazzi dall'altra, il Chiasso ha fatto molta fatica a bucare i padroni di casa che hanno mostrato un punto incerto nel solo portiere Mutombo. La ripresa è iniziata sulla falsa riga del primo tempo con i tecnici lungi dall'apportare modifiche ai rispettivi schieramenti ma con un Chiasso un po' più determinato specie nei contrasti. Al 54esimo un episodio che secondo i padroni di casa peserà sull'economia del risultato: un fallo da ultimo uomo nei sedici metri ai danni dell'immarcabile senegalese Ndiaye (classe '94) non punito dal direttore di gara Fabian Hanggi (davvero modesto ed impreparato) in realtà vicinissimo all'azione contestata. Trascinato da un Guarino versione deluxe il Chiasso ha gradualmente fatto valere la categoria di differenza ma senza mai trovare l'idea giusta per concretizzare. E' anzi la squadra di casa a sfiorare con la più limpida occasione della prima parte del secondo tempo il raddoppio, ma Ndiaye - tutto solo davanti a Kovacic - calcia debolmente tra le braccia del portiere (65') e due minuti più tardi è Ndongo a colpire l'incrocio dei pali con una gran botta che stordisce Kovacic e la distratta retroguardia ticinese. Schallibaum toglie uno straripante Guarino per Regazzoni e Bichard risponde sostituendo lo stremato Brito per Vuzi. L'ultimo quarto d'ora offre solo qualche paura per entrambe le difese che in qualche modo se la cavano. Ad un minuto dal termine lo Stade resta in dieci per l'espulsione di Camara (secondo giallo) reo di un fallo a centrocampo nei confronti di Maccoppi (cresciuto dopo un primo tempo opaco). Recupero di marca giallonera con il Chiasso alle corde nonostante la superiorità numerica e soluzione rimandata ai supplementari. Extratime equilibrati nonostante l'imparita' numerica con Maccoppi a prendere in mano i compagni incapaci pero' di produrre pericoli. Meglio i vodesi vicini al colpaccio con Souni. La decisione ai rigori premia il Chiasso che nel prossimo turno troverà lo Young Boys.


Stade Nyonnais FC - FC Chiasso 3:6 (dcr) 2:2  (2:2)


Reti: 2' Ndongo 1:0, 7' Ciarrocchi 1:1, 26' aut. Hanachi 2:1, 45' rig. Cortelezzi 2:2.

Stade Nyonnais FCMutombo; Cazzaniga, Maric (82' Omougou), Golay, Tavares; Ndongo, Ruben (98' Bega), Camara, Souni; Ndiaye, Brito (72' Vuzi). All. Bichard

FC ChiassoKovacic; Hanachi, Rouiller, Ivic, Monighetti; Maccoppi(C), Franin (83' Diarra); Melazzi (106' Mihajlovic), Ciarrocchi, Cortelezzi, Guarino (69' Regazzoni). All. Schaellibaum.

Note: Stade de Colovray - 665 spettatori - Arbitro: Fabian Hanngi - 67' Traversa Ndogo. Ammoniti: 28' Camara, 31' Ivic, 62' Ruben, 77' Melazzi e Tavares, 89' Camara - espulsi: 83' Camara ( doppia ammonizione) - sequenza rigori: Ciarrocchi gol, Souni parato, Maccoppi gol, Ndongo gol, Rouiller gol, Ndiaye parato, Cortelezzi gol. 

Etichette: , , ,