François Marque: il ritorno


84 partite in Super League con il Basilea dovrebbero essere un biglietto da visita convincente. In realtà, François Marque non è che abbia mai mostrato particolari qualità tecniche pur agevolato da un contorno di compagni evidentemente interessante. In questa foto che fa parte dell'archivio di Chalcio - anche se il 26 ottobre del 2008 non eravamo ancora nati - lo vediamo entrare in campo al Comunale di Bellinzona alle spalle di Marco Streller e davanti all'oggi smarrito Eren Derdiyok.
Sembra già un secolo fa e del roccioso difensore arrivato in Svizzera nel 2005 per servire il Baulmes ce n'eravamo proprio dimenticati. Almeno fino a ferragosto, quando Serge Duperret ha annunciato l'ingaggio di colui che tornato in Francia ha sempre bazzicato nel calcio che conta (Amiens, Bastia, Istres). Classe '83 e quindi per nulla da "rottamare", Marque dovrà cercare di dare un po' di solidità ad una difesa che in queste prime giornate è sembrata parecchio vulnerabile. Proprio il rocambolesco pareggio di Bienne - evidenti le responsabilità del reparto in tutte le tre reti nonostante la bravura di Marchesano - ha convinto il numero uno del Le Mont di andare a ripescare il difensore nato a Troyes. Non qualificato per la partita vinta dai compagni nei supplementari con il Buochs, Marque potrà essere a disposizione di Claude Gross per il posticipo con il Wil di lunedì prossimo al "Sous Ville". (dp)

Etichette: , , , , , ,