Nicolas Colombo e l'arte del saperci fare


Di Riccardo Vassalli

Per chi segue il movimento giovanile del nostro cantone e soprattutto del mendrisiotto, il nome di Nicolas Colombo non è del tutto sconosciuto. Cresciuto nelle fila del Team Ticino, il giovane mendrisiense in seguito si accasa a Ligornetto per facilitare gli studi.
La permenenza al campo sportivo Vela non dura molto, infatti grazie all'affiliazione tra Ligornetto e Novazzano, il ds Mantovani lo porta in gialloblu da subito. L'anno scorso in seconda lega ha registrato 7 presenze di cui 2 da titolare. Nella mia memoria riaffiora un ricordo particolare, al termine della partita persa per 8:0 dal Bellinzona, Nicolas viene verso di me e dopo qualche scambio di battute esclama "lascia perdere il risultato, ma che emozione è?" Affermazione che dimostra i valori di un giovane che ha ben in mente  quali sono le gioie che uno sport può regalare.
In questo precampionato appena concluso il giocatore  classe 97' ha messo a segno 2 reti, una nel quadrangolare di ieri a Coldrerio su una punizione. Il centrocampista quest'anno è chiuso da giocatori del calibro di Martinelli e Piccioli, ma saprà farsi trovare pronto qualora ce ne fosse bisogno. Nonostante la giovane età, con i piedi ben piantati per terra e un futuro tutto dalla sua parte, Colombo è pronto a dare una mano al suo Novazzano anche in questo campionato. Bravo Nicolas per l'umiltà che lo contraddistingue e bravo il Novazzano abile nel scovare giovani interessanti. (rv)

Etichette: , , ,