SL: Lugano battuto dal Basilea


di Davide Perego

L'unica nota stonata del pomeriggio non è certo un risultato che infine ha rispecchiato il pronostico e sul quale riferiremo più avanti. La nota stonata - e qui ci si consenta di contraddire gli articoli di facciata di guarda solo quel che gli conviene - lo ha offerto la tribuna Monte Brè praticamente deserta quando nemmeno cinque minuti dopo il fischio finale i giocatori bianconeri sono passati a salutare applaudendo in larga percentuale i seggiolini vuoti. Non è solo il numero dei presenti a fare la qualità del pubblico ma anche qualcosa di sincero attaccamento ai propri ragazzi che anche oggi hanno dato veramente tutto.
Il resto è storia di tutti i giorni e un po' come quella con il Thun questa partita è stata decisa dagli episodi e poi congelata dalla superiorità di una squadra molto bene preparata, allenata e messa in campo con giudizio. Si dirà che quello di oggi era il Basilea delle riserve ma chi ama la Super League sa benissimo quanto le riserve del Basilea scendano in campo con particolare motivazione in partite come queste e soprattutto di seguito ad una prestazione non certo esaltante di molti compagni nel turno preliminare di Champions. Gli episodi sono abbastanza chiari a partire dal dubbio rigore che ha permesso all'eterno Callà di riequilibrare il vantaggio di Piccinocchi. Il 2-1 a primo tempo praticamente scaduto. Un 3-1 che nasce dopo un contatto contestato ai danni di Bottani nei sedici metri (dalla nostra postazione il fantasista bianconero sembra andare a cercarlo con troppa furbizia) e sulla ripartenza il goal bellissimo di Davide Callà, uno che merita qualsiasi bene dopo la sfortuna ne ha condizionato gran parte della carriera. C'è poi da dire che Bottani si mangia un goal fatto quando mancano cinque più recupero e che avrebbe potuto riaprire la partita con l'aiuto di un pubblico andato un po' troppo presto a casa o caduto in disgrazia di un silenzio immeritato per la generosità messa in campo dai ragazzi. Qualità se n'è vista molta non solo da parte del FCB ma anche da un Lugano che si può infine bollare in crescita: nonostante una sconfitta preventivata e nemmeno poi tanto meritata.

Etichette: , , ,