SL: Lugano generoso e sconfitto da un cinico Lucerna, 0-1


di Luigi Badone

Mai come in questo caso torna di moda la consueta frase “nel calcio contano i gol”, chi segna ha sempre ragione e chi non segna ha sempre torto. Oggi il Lugano ha mostrato un impegno ed una dedizione che vanno sicuramente sottolineati, così come anche va sottolineata la totale mancanza di cattiveria sottorete degli attaccanti luganesi, con Rossini corpo estraneo alla squadra, che inizia davvero a farsi preoccupante.
La voglia di vincere e la maggiore esperienza del Lucerna hanno poi fatto il resto. Quinta sconfitta per i bianconeri che vengono anche raggiunti in classifica, a 6 punti, dal Vaduz vittorioso per 1-0 nel derby con il San Gallo. La partita è stata decisa al minuto 64’ quando, sugli esiti di un corner di Jantscher dalla sinistra, Lezcano (non propriamente un gigante) è stato bravo a beffare di testa la retroguardia luganese e superare un incolpevole Russo da distanza ravvicinata, 7 reti in 7 partite per lui e capocannoniere temporaneo del torneo.
Il Lugano, ceduto fisicamente come spesso succede nel secondo tempo, ha comunque molto da recriminare sui propri errori in particolare nel primo tempo quando per ben due volte si è presentato a tu per tu con il portiere ospite Zibung senza riuscire a superarlo, la prima occasione è stata al 9’ con Lombardi, ben imbeccato da Bottani, che dopo una bella cavalcata in solitudine ha calciato debolmente sul portiere in uscita, la seconda invece è stato lo stesso Bottani – autore di una buona partita – al 26’ ad incartarsi al momento della conclusione confermando ancora una volta quanto personalmente affermo da tempo, se questo ragazzo riuscirà ad essere più cattivo in zona gol può veramente diventare un campione. Si è quindi andati al riposo sullo 0-0. Al rientro è stato il Lucerna a prendere in mano l’iniziativa facendosi sempre più pericoloso, prima del gol decisivo di Lezcano era stato sempre lo stesso attaccante paraguaiano a colpire un palo clamoroso con Russo nettamente battuto. Nel finale il Lugano ha poi provato una reazione dettata più dall’orgoglio e dai nervi piuttosto che dalla freschezza fisica, finisce così 0-1 e la classifica inizia a risentirne. 
Sicuramente si tratta di una sconfitta immeritata però, come detto in apertura, conta segnare ed in questo settore il Lugano ha serissimi problemi…forse urge una punta che veda la porta e garantisca gol… La squadra gioca un calcio piacevole ed a tratti anche di buona fattura ma si perde negli ultimi 20 metri.
Ora il calendario propone la sosta per le nazionali, ed al rientro il turno di Coppa con il Bellinzona. Insomma c’è tempo e margine per lavorare sia sul campo, in primis la tenuta atletica, che dietro le quinte magari con l’acquisto di una punta che dia garanzie ed un centrocampista capace di costruire.
Interessanti note a margine; la mancata convocazione di Tosetti la partenza di Padalino come terzino destro titolare quando nella giornata di venerdì Zeman in conferenza stampa aveva ampiamente spiegato di non vederlo nel ruolo di laterale difensivo, illuminazione notturna o semplice pretattica che fa parte del gioco?

FC LUGANO – FC LUCERNA 0-1 (0-0)

Rete: 64’ Lezcano (0-1)

FC LUGANO (4-3-3): Russo; Padalino, Datkovic, Urbano, Veseli; Rey (62’ Pusic), Piccinocchi, Sabbatini; Lombardi (62’ Culina), Bottani, Rossini (80’ Josipovic).

A disposizione: Bellante, Djuric, Jozinovic, Markay.

All. Zeman.

FC LUCERNA (4-4-2): Zibung; Thiesson, Affolter, Pulijc, Schachten (70’ Lustenberger); Fandrich (62’ Hyka), Kryeziu (56’ Basha), Freuler, Jantscher; Lezcano, Schneuwly.

A disposizione: Bucchi, De Oliveira, Haas, Schmidt.

All. Babbel.

Arbitro: Sig. Jancevski.
Assistenti: Sig. Wicht e Sig. De Almeida.
Quarto uomo: Sig. Pasche.

NOTE: Stadio Cornaredo, spettatori 4.526. Ammoniti: 28’ Datkovic, 32’ Lezcano, 40’ Kryeziu, 61’ Sabbatini, 77’ Jantscher, 82’ Padalino, 89’ Schneuwly. Al 52’ palo colpito da Lezcano. Corner: 9-5. Tiri in porta: 5-6. Tiri fuori 11-6. Fuorigioco 3-2.

Assenti nel Lugano: Susnjar (inf.), Tosetti, Mastalli, Milosavljevic, Donis e Valentini (non convocati).

Assenti nel Lucerna: Rogulj e Sarr (inf.), Brandenburger (non convocato).

Etichette: , , ,