SL: Zeman e un'impresa praticamente impossibile


Il calendario di Super League ha regalato al Lugano un inizio tutto sommato semplice. San Gallo, Thun e Vaduz non erano di certo le candidate al titolo e nemmeno all'Europa. Scorrendo velocemente la classifica, infatti, sono compagini che si trovano sul fondo. La squadra di Zeman oggi è penultima, con soli 3 punti conquistati. Tralasciando la sconfitta con il GC, una scoppola, ma prevedibile, il Lugano ha si disputato buone partite, ma ha raccolto poco. Ora arrivano le migliori del calcio svizzero: YB e Basilea in primis. Sul sintetico dello Stade de Suisse i bianconeri sono chiamati ad un vero e proprio miracolo. I bernesi, dopo il licenziamento di Forte, sono andati ad imporsi nel sempre ostico derby col Thun, giocando più di metà gara in 10 e trovando il gol del vantaggio con, appunto, un uomo in più. E hanno una voglia matta di risalire la china. Al Lugano il compito di far riapparire immediatamente i fantasmi.

Etichette: , ,