1L: Gossau - Locarno 2-2


Il Locarno non vuole uscire dal ruolo di Babbo Natale e con una partita fotocopia di quella di settimana scorsa contro il Baden al Lido riesce di nuovo a far felice il suo avversario. Il beneficiario della generosità autolesionista dei bianchi è stavolta il Gossau, che incredulo è riuscito a pareggiare nel convulso serrate finale. Come nella partita di dieci giorni fa contro il Baden, i ticinesi sono partiti a mille e hanno rapidamente scavato una differenza di due reti grazie alle reti messe a segno da Lamanna e Stojanov, probabilmente la coppia d’attacco più insidiosa di tutta la categoria.

 Portato il doppio vantaggio alla pausa, la squadra di Demarchi ha cominciato a dubitare e come contro gli argoviesi ha concesso un calcio di rigore in apertura di ripresa che però stavolta Badalli ha brillantemente parato. Sembrava un segnale positivo, invece i sangallesi non hanno logicamente mollato e hanno accorciato le distanze con Eggmann al 78’. Dieci minuti dopo, quando al 90’ mancavano poco più di 120 secondi è arrivata, quasi inevitabile, la rete del pareggio di Bruggmann. Domenica prossima al Lido arriva il Wettswil-Bonstetten, squadra che naviga nelle zone basse della classifica. C’è da scommettere che gli zurighesi si presenteranno col coltello fra i denti. Il Locarno dovrà prepararsi ad una lotta all’arma bianca. Evitando però di commettere l’ennesimo, incredibile, harakiri.

Tabellino

Reti: 9’ Lamanna 0-1; 13’ Stojanov 0-2; 78’ Eggmann 1-2; 88’ Bruggmann 2-2.

Gossau: Geisser; Mandelli, Alija, Grin; Panella (79’ Lazraj), Steiger, Schönenberger, Bruggmann, Hämmerli (69’ Bischofberger); Stefanovic (86’ Eberle), Eggmann.

Locarno: Badalli; Regazzi, Perazzo, Milosevic; Bustamante (74’ Cetrangolo), Maggetti (60’ Bilinovac), Manfreda, Zivko, Acosta; Stojanov, Lamanna (88’ Pagano).

Note: 400 spettatori. Ammoniti: 22’ Manfreda; 42’ Schönenberger; 50’ Bustamante; 59’ Bruggmann; 81’ Badalli; 87’ Lamanna. Al 52’ Badalli para un rigore.

Etichette: , ,