CCJLC: Chiasso - Mendrisio 0:0


Il derby è sempre il derby. Chiasso e Mendrisio lo hanno interpretato così come lo si poteva immaginare. Alla fine, cuore e grinta hanno prevalso su tecnica e tattica. Partita da non disprezzare quella giocata al Comunale di Balerna di fronte ad un pubblico molto numeroso. Un risultato a reti bianche - in questa categoria - non può essere sinonimo di noia ed il confronto di questa sera non ha fatto eccezione. Si discuterà sul valore delle cinque reti rifilate dal Sassariente al Chiasso e delle sei che il Mendrisio ha messo nel sacco del Rapid nella prima giornata, ma l'equilibrio dei quasi novanta minuti di questa sera può essere accettato mettendo d'accordo quasi tutti. Il Mendrisio ha sicuramente creato più opportunità, ha colpito una traversa, ma infine non ha mai impensierito l'estremo difensore avversario.
Il Chiasso ha fatto qualcosa di meno in fase offensiva ma nel complesso del suo sviluppo ha interpretato la partita con maggiore continuità in mezzo al campo. Le difese hanno avuto la meglio senza particolari difficoltà nei confronti dei reparti offensivi anche se alle linee arretrate si potrebbe imputare una certa diffidenza nel far girare con più convinzione la palla per perdersi (spesso) in inutili lanci lunghi. Quella del centrocampo è stata la zona chiave del match: in entrambe le squadre si sono viste qualità nei singoli e propensione al sacrificio. Squadre che però non hanno conseguentemente lavorato troppo bene sugli esterni, sprecando quindi le favorevoli dimensioni del terreno di gioco. Un cartellino giallo per parte - in momenti diversi della partita - non è servito a spezzare l'equilibrio del risultato: decisamente arancione quello estratto dall'incerto ed iniquo direttore di gara nei confronti del Chiasso, frutto di conseguenze e non certo di un normalissimo fallo di gioco, quello che ha costretto il Mendrisio in inferiorità numerica negli ultimi dieci minuti di gioco. Inutili e dannosi i quasi sette minuti di recupero inventati da un arbitro che in certi frangenti si è complicato da solo un voto positivo. Ottima la risposta del serbatoio dei ragazzi ai minuti di fatica supplementari: da un punto di vista atletico, entrambe le squadre sono apparse molto ben preparate. A fine partita, l'allenatore del Mendrisio Giampaolo Rebuzzi si è detto soddisfatto a metà: " Non mi piace quando le decisioni dell'arbitro sono guidate dal pubblico. Stasera ne ho viste troppe. Sono contento della prova dei miei ragazzi anche se dobbiamo ancora migliorare in diversi aspetti. Ad esempio, anche se in settimana ci lavoriamo molto, la gestione delle palle ferme è ancora lontana dall'essere accettabile. Alla fine, un po' di stanchezza e l'uomo in meno ci hanno costretto a cercare lanci lunghi". 

Etichette: , , ,