Il golpe di Berna: allucinante decisione della 1^ Lega


Sorride di gusto la Baden che ama il calcio. Sorridono di gusto coloro che hanno fatto sospendere una partita di calcio professionistico. Piange la classe arbitrale il cui referto è stato fatto a pezzettini e buttato in un cestino. Da oggi – quando una squadra sta perdendo – è possibile far sospendere la partita con lancio di petardi annullando anche il vantaggio conquistato sul campo dall’altra squadra. Lo ha stabilito la Commissione Disciplinare della 1^ Lega con un verdetto senza precedenti nella storia del calcio e nonostante le prove video chiariscano senza ombra di dubbio le motivazioni che hanno portato alla sospensione dell’incontro con il Mendrisio regolarmente in vantaggio per 1-0.
Una sconfitta diplomatica senza precedenti che avrà conseguenze gravissime sulla regolarità delle partite e anche sul tipo di educazione che si vuole trasmettere al pubblico. Non aver punito il FC Baden (i cui tifosi sono stati responsabili della sospensione) ma solo il FC Mendrisio (i cui tifosi non sono stati responsabili ai fini della sospensione della partita) è inoltre l’ennesimo sberlone inflitto al calcio ticinese dal potere di Berna. Un trattamento alla pari senza alcuna logica che azzerando il risultato del campo offende l’intelligenza e la coerenza.

IL COMUNICATO DELLA 1^ LEGA

Il Comitato della Prima Lega ha accuratamente discusso nella seduta di venerdì 25 settembre degli eventi che hanno portato alla sospensione della partita del 6 settembre, la stessa non verrà rigiocata. Verranno assegnati zero punti ad entrambe le squadre e conteggiati zero goal. Inoltre le due società verranno multate.  Con questa decisione vogliamo mandare un segnale che non possiamo accettare un simile comportamento da parte dei sostenitori di entrambi i club. Simili comportamenti danneggiano non solo i due club, ma l'immagine di tutto il campionato e il calcio in generale.

Etichette: , , , , ,