La complicata rincorsa europea


di Massimo Schira

Come leggere il chiaro passo indietro del calcio svizzero di club a livello europeo? Dopo qualche anno con un Basilea addirittura strabordante in Champion's League e, tutto sommato, anche i vari Young Boys e Thun a difendersi con onore in Europa League, ritrovarsi solo con i renani e il Sion di coppa nella minore delle due competizioni continentali suona come una mezza delusione.
È che l'evoluzione del pallone europeo è chiara: anche la buona manciata di milioni a disposizione di un club come il Basilea (un'ottantina, pare) non bastano più per essere competitivi sul mercato. Le molte partenze degli ultimi anni in casa rossoblù hanno lasciato la squadra senza la spina dorsale e questo si paga a caro prezzo anche contro formazioni non certo di primo piano come il Maccabi Tel Aviv. A titolo di paragone, basti riflettere sul fatto che l'ultima classificata della Premier League inglese incassa diritti televisivi per oltre un centinaio di milioni di sterline. LEGGI IL RESTO

Etichette: , ,