3L: la scalata del G.C Iragna


di Riccardo Vassalli

Non occorre necessariamente andare lontano o all'estero per trovare favole o "miracoli" sportivi,  capaci di accendere i cuori degli appassionati di calcio. Per quanto piccolo possa essere il paesino di Iragna( 552 abitanti approssimativamente); c'è una grande società che sta facendo letteralmente sognare e ingorgliosire tutti i basciaroi.

Passata inosservata agli occhi di molti il G.C Iragna, sta compiendo una vera e propria scalata, ottenendo due promozioni consecutive; passando dalla Quinta Lega alla Terza Lega ( per ora). Per ora...perchè l'inarrestabile esclation biancoblu sembra non voler finire qui; in tre giornate disputate fin'ora, i Riviensi si trovano al comando della classifica di Terza Lega(gruppo 2), a punteggio pieno.
Contatto da Chalcio,com, l'ambizioso presindente Jonas Vanzetta ha risposto al alcune domande per rivivere gioie passate e evidenziare i punti cardinali di una società in continua espansione.

1. Qual è il segreto per fare funzionare tutto meravigliosamente bene?

"La società del GC IRAGNA è stata fondata nel 1921, ma da circa una quindicina di anni non era più attiva. Poi nel 2012 volevo a tutti costi costruire una squadra di calcio e abitando ad Iragna; decisi in collaborazione con un mio grande socio di prendere in mano questa società abbandonata da diversi anni. Abbiamo iniziato da 0! Senza nemmeno avere né palloni né maglie, insomma, niente di cui una squadra ha bisogno. Avevamo solo un campo distrutto con un centro messo in brutte condizioni. Quindi abbiamo fissato un budget di tasca nostra, per iniziare a lavorarci sopra essendo che il centro di Iragna è gestito e finanziato completamente dal GC IRAGNA. Il segreto per far funzionare tutto è principalmente la passione e senza di essa non si potrebbe nemmeno parlarne. I molteplici sponsor permettono finanziariamente una garanzia per il futuro della società ed in'oltre privati che danno il loro contributo a fondo perso non indifferente."

2. Ci sono state difficoltà nel corso di questi ultimi anni?

"Di difficoltà ce ne sono state parecchie ma quel che conta è essere qui a continuare a lottare per un obbiettivo comune."

3. Dopo stagioni così esaltanti, in terza lega quale è l'obbiettivo della società?

"L'obbiettivo della società è la massima lega del campionato Svizzero. Questa società è stata ricostruita per pensare in grande e prossimamente ci sarà una fusione con una storica società della zona per aumentare le forze calcisticamente parlando."

4. Di cosa non può a fare a meno l'Iragna G.C?

"Questa società non può fare a meno degli sponsor principali che ha la fortuna di avere. Come ben si sa nel calcio chi pensa in grande deve aver ben capito, che se nel calcio non si hanno i fondi non si va da nessuna parte e noi lavoriamo ogni giorno per ampliare il nostro budget anno per anno."

Etichette: , , ,