SL: Lugano ancora sconfitto



Giunto a Sion con l'intento di portare a casa qualche punto importante in chiave salvezza, il Lugano ha deluso le aspettative. Reduci dall'ottima prestazione casalinga contro il Lucerna, non ricambiata da un risultato positivo, i bianconeri questa volta hanno deluso sotto tutti i punti di vista. Da salvare c'è unicamente un primo tempo concluso sullo 0-0 più demeriti del Sion che per bravura del Lugano.
La squadra del vulcanico presidente Constantin è apparsa troppo attendista nella prima frazione. Nella ripresa però i padroni di casa sono scesi sul terreno da gioco con un'altra mentalità, schiacciando la squadra di Zeman nella propria metà campo. Ogni qualvolta il Sion ha accelerato le sue giocate, il Lugano è andato in difficoltà. Proprio come successo in occasione della prima rete. Urbano, dopo verticalizzazione di Assifuah, ha steso in area Konaté. Rigore, espulsione per doppia ammonizione e 1-0 siglato da Salatic dagli undici metri. Da li in poi è stato un monologo vallesano, con Fernandes ed il neoentrato Bia che hanno trovato con merito altre due reti, favorite da grossolani errori difensivi della retroguardia ospite. Il Lugano è ora ultimo a pari punti con Zurigo e Vaduz, ma in fondo alla classifica in virtù della peggiore differenza reti. Il prossimo impegno vedrà i bianconeri impegnati nel derby di Coppa Svizzera contro il Bellinzona, match da non sottovalutare. La prossima sfida in Super League si terrà tra due settimane a Cornaredo contro lo Zurigo, partita in cui sarà fondamentale tornare a fare punti.

Etichette: , , ,