2LR: Rancate - Paradiso 0:1


Una rete in (netto) off side di De Bernardi - messa a segno in undici contro dieci - ha permesso al Paradiso di far propria l'intera posta contro un ottimo Rancate che ha chiuso l'incontro all'attacco e con parecchio da recriminare visto l'andamento del confronto. Partita bruttina, non certo per colpa dei padroni di casa, giocata prevalentemente a centrocampo e senza un minimo di qualità in grado di renderla piacevole. Palla lunga e pedalare e alla richiesta degli allenatori di alzare il ritmo la conseguenza è stata il naufragio totale in un oceano di errori tecnici. Il Paradiso ha vinto in virtù di maggior esperienza e "cattiveria" capitalizzando al meglio un grave errore dell'assistente di un arbitro tutto sommato accettabile.
Partenza a favore del Rancate che mette subito alla prova i riflessi di Noseda con una bell'azione di Luglio e il diagonale di Piffaretti deviato in angolo. Per vedere il Paradiso dalle parti di Diwedi bisogna però aspettare l'episodio decisivo: con il Rancate in 10 da qualche minuto per l'uscita dal campo di Piffaretti (invano richiesto il rientro che l'arbitro ha negato anche in situazione di rimessa laterale) è stato come scritto De Bernardi a mettere nel sacco l'unica rete dell'incontro assistito da Maki. Una rete irregolare che ha tratto in inganno un assistente messo sotto pressione dal pubblico e dalle panchine per la non sempre condivisibile scelta di alzare la bandierina. Sotto di una rete alla pausa, il Rancate si è ripresentato in campo aggressivo e pronto a rendere la vita dura ad una squadra apparsa oggi in chiaro debito di idee. Un ingenuo ma netto fallo in area ai danni dello scatenato Piffaretti ha permesso a Filippo Chinchio di calciare dagli undici metri un pallone particolarmente caldo che nonostante la buona esecuzione ha trovato un Noseda impeccabile nella deviazione in angolo. Lo stesso Piffaretti si è poi divorato un contropiede da tre contro uno dopo aver astutamente soffiato palla a Pagliaroli. Il Paradiso ha risposto con una gran conclusione di De Bernardi deviata in angolo dall'ottimo Diwedi che ha poi spizzicato sul palo una conclusione da distanza ravvicinata di Renato Santillo. A tempo scaduto, ultima chance per Piffaretti la cui conclusione è finita sull'esterno della rete. Un buon Rancate, quello di Gaffuri - che giocando così non dovrebbe fare molta fatica a salvarsi - e un Paradiso rimandato ad esame differente: questo il verdetto di un pomeriggio dal quale trarre altri spunti interessanti. Proiettate dal mercato estivo ai poli opposti della classifica, le due squadre si sono sostanzialmente equivalse e questo dovrebbe essere di maggior riflessione per la compagine luganese. Difficile trovare un migliore in campo nella squadra di Stefani anche se De Bernardi e Noseda sono stati oggettivamente decisivi. Nel Rancate, oltre all'ottima prova di Diwedi, da premiare la generosità di Piffaretti e l'ottima prestazione di Atay (ammonito nel finale a seguito di una delle numerose simulazioni dell'altrimenti utile Stagno). Perplessità nei confronti di qualche non identificato personaggio che dall'interno del recinto ha offeso per oltre un quarto d'ora la terna arbitrale dopo il rigore assegnato al Rancate. (dp)

VIDEO: IL RIGORE NEUTRALIZZATO DA NOSEDA

Etichette: , , ,