EL: Liverpool - Sion 1:1


Partita divertente ad Anfield Road con il giovane Liverpool B di Brendan Rodgers a sfidare il più esperto Sion messo in campo da Didier Tholot con lo scopo di approfittare del momento oggettivamente complicato dei Reds. Tutto apparentemente facile per i padroni di casa nel primo quarto d'ora con la rete a freddo irregolare di Lallana (4') ed una serie di incursioni da brividi nell'area romanda. La rete si Assifuah (genialmente imbeccato da Kouassi e colpevolmente lasciato libero dai difensori inglesi) ha cambiato solo il risultato ma non la trama dell'incontro che ha visto i padroni di casa creare ulteriori pericoli nell'area vallesana sprecando per disgrazie varie il raddoppio.
Nella ripresa la trama non è cambiata con il Liverpool a testa bassa ma senza la necessaria qualità davanti per far male all'ottimo Vanins. Sui piedi di Origi - il peggiore in campo - tutte le buone iniziative dei compagni non hanno trovato l'esito sperato. Almeno tre le reti divorate dall'attaccante belga alle quali da segnalarne almeno un'altra clamorosa di Lallana, ipnotizzato da Vanins. Inutili nel finale i cambi di Rodgers, compresi quelli degli evanescenti Moreno e Coutinho. Grande affare per il Sion che approfittando anche del pari tra Rubin Kazan e Bordeaux (0-0) resta solitario in vetta alla classifica con quattro punti. Delusione per il pubblico inglese che alla vigilia del derby con l'Everton si ritrova combattuto tra la speranza di una sconfitta che sia letale all'ingrato tecnico e la speranza di una (improbabile) vittoria. (dp)

Etichette: , ,