FCZ: crisi irreversibile ?

 

Continua l’agonia dello Zurigo che oramai da un paio di stagioni sta giocando ruolo di comparsa nel campionato di Super League. Che il presidente Canepa fosse stato chiaro nel definire il programma (economico) del biennio va riconosciuto. Da quello, al non riuscire a togliersi qualche soddisfazione, rischiando addirittura una clamorosa retrocessione in Challenge League però ce ne passa. La pista finlandese non ha per ora prodotto alcun risultato e non farebbe scalpore un cambio di rotta immediato per cercare di evitare il peggio.
Non immuni da colpe – in una situazione simile – i giocatori: leggere la rosa e poi individuare le responsabilità sembrerebbe un gioco da ragazzi. L’ultima e unica vittoria in campionato dei tigurini risale allo scorso 9 agosto (San Gallo – Zurigo 0:2). Un dato che fa capire anche il perché della graduale perdita di pubblico sta nel rendimento indifendibile della squadra di fronte ai fedeli del Letzigrund. Tra il 15 ottobre 2014 (Zurigo – Vaduz 3-0) e la data odierna, lo Zurigo ha vinto soltanto una volta in casa (Zurigo – GC 4-3) lo scorso 29 maggio. Nella stagione 2015-2016, la lanterna rossa del torneo di Super League (9 punti in 13 partite e peggior difesa del torneo con 30 reti subite) ha conquistato soltanto 4 punti su 18 nelle partite interne. Facendo eccezione al successo ottenuto nel derby con il GC, nelle ultime 17 partite al Letzigrund (Foto CHalcio.com) lo Zurigo ha ottenuto sette pareggi e dieci sconfitte: numeri da paura. Sul banco degli imputati anche il reparto offensivo: Sadiku (5), Etoundi (2), Gavranovic (2) e Chermiti (0) hanno messo insieme 9 delle 19 reti totali messe a segno dalla squadra. (dp)

Etichette: , ,