SL: Zeman sereno nel dopo partita


Nel do­po­par­ti­ta del­lo Stoc­khorn Are­na Zde­nek Ze­man pren­de in con­tro­pie­de i gior­na­li­sti che si at­ten­de­va­no ma­ga­ri un tec­ni­co ab­bat­tu­to. "Sono di­spia­ciu­to per il ri­sul­ta­to ma non mi la­men­to del­la pre­sta­zio­ne. Ave­va­mo gio­ca­to peg­gio in al­tre gare. Non cre­do sia que­stio­ne di ri­las­sa­men­to. Un con­to sono le pre­sta­zio­ni e un con­to é il ri­sul­ta­to. Pen­so che oggi ab­bia­mo gio­ca­to me­glio che con­tro il San Gal­lo ep­pu­re do­me­ni­ca ab­bia­mo vin­to. A Thun ab­bia­mo cer­ca­to sem­pre di gio­ca­re la pal­la, pur con qual­che er­ro­re di trop­po.
Loro han­no gio­ca­to con le pal­le lun­ghe che ci han­no crea­to qual­che pro­ble­ma, spe­cie per la fi­si­cità del­le pun­te. Sia­mo riu­sci­ti a con­trol­lar­le bene fin­tan­to che Da­t­ko­vic é ri­ma­sto in cam­po. Non ci sia­mo mai ar­re­si. Ab­bia­mo an­che ti­ra­to più del so­li­to con Sab­ba­ti­ni, Bot­ta­ni e Cu­li­na, ma sen­za la ne­ces­sa­ria tran­quil­lità. Sul­la loro se­con­da rete era­va­mo sbi­lan­cia­ti: il solo Pic­ci­noc­chi era die­tro. Re­sta il fat­to che da quel­la po­si­zio­ne de­fi­la­ta non si do­vreb­be pren­de­re gol." (Fonte www.fclugano.com)

Etichette: , ,