2LR: Intervista doppia Mele-Minotti


Di Riccardo Vassalli

Una delle più belle sorprese di questa prima parte di Seconda Lega Regionale, è sicuramente il Giubiasco allenato da Mattia Casarotti. La giovanissima compagine biancorossa ha racimolato 22 punti in 13 scontri. Ha realizzato 29 reti a cospetto di 24 subite. Nelle statistiche pubblicate dalla pagina facebook del Giubiasco, emergono curiosi dati. Ferraboschi e compagni trovano difficoltà a ribaltare le gare in cui passano in svantaggio; in quattro occasioni in svantaggio, i sopra cenerini hanno terminato la partita due volte in pareggio e in altrettante sono usciti sconfitti.
I biancorossi, tra le mura amiche, vantano un bottino invidiabile. L'ultima sconfitta casalinga risale alla passata stagione, quando il Bellinzona si impose per 1:5, laureandosi campione di Seconda Lega. Sono tre le sconfitte maturate in questa prima parte di campionato, tutte con tre big del campionato, ovvero Losone, Paradiso e Vedeggio.  Di 29 reti, 18 appartengono al capocannoniere del torneo, Daniel Mele, alla sua seconda stagione in Seconda Lega. 
Proprio quest'ultimo, insieme a un altro pezzo fondamentale dello scacchiere biancorosso, Pietro Minotti, ha risposto gentilmente e in maniere divertente alle nostre domande. Un'intervista doppia che vede confrontarsi i due, con uno sguardo al loro Giubiasco. 

Quale è la migliore qualità del altro?
 
Mele: "La tenacia, la voglia di fare. Non molla un minuto. Penso sia il ragazzo più completo dell' US Giubiasco infatti, può ricoprire molti ruoli quali laterale di difesa, centrale di difesa, laterale di centrocampo e centrale di centrocampo. Mi verrebbe da dire anche attaccante, ma dopo non ci sarebbe più spazio per me! Oltre ad essere una persona completa calcisticamente è anche un grande amico."

Minotti: "Quando un ragazzo di 19 anni fa 18 gol in una mezza stagione penso sia scontato dire che la sua qualità migliore sia l'efficacia sotto porta. Daniel in questo ultimo anno ha fatto un salto di qualità enorme, che lo ha portato a diventare il bomber della seconda lega. Quello che mi impressiona è la facilità con la quale riesce a trovare la via del gol...e nella maggior parte delle volte si tratta di euro gol! È in grado di risolvere le partite da solo, e per la sua età è qualcosa di incredibile! Sono felicissimo per lui."

Dove deve ancora migliorare?
 
Mele: "Come detto in precedenza è completo in tutto! Dovrei veramente sforzarmi per trovargli un difetto."

Minotti: "È una testa calda. Sono un suo grande amico e glielo ripeto sempre perché ci tengo molto a lui e alla sua crescita: dal profilo mentale ha margini di miglioramento e lo sa benissimo anche lui...lavorando su questo aspetto Daniel diventerà sicuramente un giocatore fuori categoria!! Bisogna anche dire che probabilmente il suo modo di essere e di interpretare le partite con molto "estro" sia un atout che lo rende così tanto performante in attacco...ah quasi dimenticavo: diciamo che dovrebbe allenarsi un po di più nei calci di rigore (ride ndr)."

Cosa ruberesti al tuo compagno? 
 
Mele: "La fascia da capitano (ride ndr), scherzi a parte gli ruberei quella voglia di fare che in alcune circostanze sembrerebbe mancarmi. Vorrei riuscire ad avere la sua costanza per tutti i 90 minuti."

Minotti: " un po di gol! Si, a differenza sua faccio molta più fatica a gonfiare la rete...ma ho organizzato un paio di allenamenti specifici con Daniel, saprà darmi i giusti consigli...e poi in fondo non tocca me segnare, Daniel mi dice spesso:" ga pensi mi!"

Dove può arrivare davvero il giubiasco?

Mele: "Questa magnifica famiglia può arrivare veramente in alto. Siamo una squadra molto giovane, siamo una squadra di veri amici e tutto questo ci porterà, ne sono sicuro, a toglierci grandi soddisfazioni alla fine dell'anno."

Minotti: " Il Giubiasco ha tutte le carte in regola per fare un campionato di alto livello. In molti ci considerano come la sorpresa di questo campionato e questo ci fa molto piacere...in questi ultimi anni siamo riusciti passo dopo passo a creare un gruppo eccezionale. Abbiamo vissuto momenti difficili che ci hanno fatto maturare ma soprattutto che ci hanno insegnato a lottare sempre. E questo è lo spirito che regna nella nostra squadra! L'anno scorso ci giocavamo la permanenza nella categoria, 6 mesi dopo siamo sesti a 7 punti dal primo. Penso che sia una grande soddisfazione ed è una prova tangibile del gran lavoro che si sta facendo! Non dimentichiamo che si tratta di un gruppo molto giovane e che quindi ha molti margini di miglioramento! Colgo l'occasione per ringraziare tutto lo staff tecnico e la società, che ogni giorno lavora duramente per noi! Voglio sottolinearlo: a Giubiasco si è creato un ambiente eccezionale! Un rapporto così intenso tra giocatori, staff e società non l'avevo mai visto da nessuna parte! Stupendo veramente! Questa unità sarà la nostra forza principale anche nel ritorno."
 
Qual è il tuo obbiettivo personale?
 
Mele: "Il mio obiettivo personale è quello, principalmente, di aiutare la squadra ogni partita! Ora voglio godermi questo bel momento e non pensare ai vari obiettivi, alla fine del campionato si vedrà il tutto."

Minotti: " Io sono una persona molto altruista, mi piace mettere le mie qualità al servizio della squadra! Quindi continuerò a fare chilometri in campo e a lottare per aiutare il Giubiasco a ritagliarsi un ruolo di protagonista nel campionato. Sarà anche mia premura cercare di continuare a rafforzare il gruppo, perché il nostro successo dipende da questo." (rv)



Etichette: , , , , ,