CL: il Chiasso esce indenne dal Bruegglifeld


Un punto ciascuno per Camolese e Schaellibaum sulle rispettive panchine di Chiasso ed Aarau nel confronto diretto che ha richiamato al Bruegglifeld poco meno di 3.000 spettatori. Un risultato che piace sicuramente di più a Giancarlo Camolese che in una situazione di approccio difficile al match ha tratto da subito indicazioni utili per impostare al meglio il proprio lavoro che potrà dare i frutti attesi non certo prima della pausa. Con la consueta serenità e senza necessità di lasciarsi andare a proclami di onnipotenza, il tecnico del Chiasso ha riconosciuto le difficoltà della squadra nel rendersi pericolosa dalle parti di Deana, ma ha anche ammesso di aver visto la risposta dei ragazzi che da un punto di vista tattico hanno interpretato la partita così come richiesto.
Nel chiedere tempo per poter lavorare sui dettagli e per meglio conoscere i ragazzi che sin qui hanno ottenuto meno spazio, l'ex tecnico del Torino si è detto soddisfatto di quanto visto ad Aarau dove se è vero che la squadra ha calciato solo tre volte nello specchio della porta, dall'altro, anche grazie alla scelta azzeccata di dare fiducia a Luechinger che con le sue proiezioni offensive ha creato delle situazioni interessanti che non si vedevano da qualche settimana, ha saputo meritarsi rispetto da una squadra in crisi e ben lontana dalle proprie mete. Dopo aver subito la rete del vantaggio locale - la prima stagionale di Petar Sliskovic - i rossoblu hanno gradualmente compreso di poter restare in partita e l'ingresso nella ripresa di Monighetti (particolarmente gradito dalla tifoseria rossoblu) ha contribuito non solo a garantire maggior solidità alla retroguardia ma al tempo stesso di equilibrare una zona del campo nella quale da qualche partita il Chiasso si è mostrato chiaramente vulnerabile. Il pareggio di Laner e la successiva difesa a denti stretti del risultato sembrano mettere fine ad un periodo nero che insieme ai punti è sembrato portarsi dietro anche serenità e convinzione delle proprie possibilità. Il classico pareggio prezioso - quello del Chiasso - che alla vigilia della sosta ed in attesa dell'arrivo di un Wil reduce da quattro vittorie di fila può essere un fondato punto di partenza per un viaggio interessante in un campionato così equilibrato. Per l'Aarau ancora una discreta dose di fischi e critiche da una parte di pubblico che comincia ad averne abbastanza delle belle parole. (RCH)

Etichette: , ,