CL: Schälli- Chiasso e un nodo da sciogliere


Sfida delicata tra Aarau e Chiasso, impreziosita maggiormente dalle vicissitudini legate allo sbarco del ex tecnico momò, Marco Schällibaum, sulla panchina degli aquilotti. Alla Brügglifeld, sarà la vera prima per Schälli, il quale termina di scontare i tre turni di squalifica, inflitti nell'era Chiasso. Schälli e il Chiasso hanno ancora molto in comune, vuoi per i bei ricordi, per l' identità della squadra o quant'altro. Ma ciò che accomuna in particolar modo i due; è l'astinenza di vittorie. Bisogna risalire allo scorso 23 agosto, per trovare l'ultima vittoria dei rossoblù, che coincide con l ultimo successo di Marco Schällibaum.
La data sopracitata, detiene anche l'ultimo sigillo di Ciarrocchi- tanto voluto dal ex tecnico. Ora che anche la classifica ha voltato le spalle a Maccoppi e compagni, i rossoblù si trovano in una posizione critica. Starà dunque a Camolese, far dimenticare il passato e tornare alla vittoria in una sfida nella sfida.
La capolista Losanna, ha un ulteriore occasione per allungare sulle inseguitrici, quando alla Pontaise sbarcherà il Neuchatel Xamax. Ma dati alla mano, non sarà una partita scontata quella contro i rossoneri; nei testa a testa, la squadra di Celestini non vince da quattro partite. Anche il Will può consolidare la seconda posizione. Con il neo allenatore Cooper in panchina, i bianconeri sfideranno il Le mont; ma anche a loro i precedenti non sorridono. 
Il Bienne del ticinese Marchesano, dopo la vittoria con l'Aarau, ospiterà il Wohlen; il quale non sta vivendo uno dei suoi momenti migliori. Lo sciaffusa targato Jacobacci sarà ospite del Winterthur. In caso di insuccesso i gialloneri perdono terreno sul gruppo di metà classifica, costretti a guardarsi bene alle spalle. Trasferta, che si complica ulteriormente, considerando che fuori dalla Breite lo Sciaffusa non vince dal lontano 22 maggio scorso; quando Tadic e Mariani abbatterono il Servette. (rv)

Etichette: , , , ,