L'Europeo 2016 inizia adesso


di Massimo Schira

Il messaggio dietro la convocazione per le amichevoli contro Slovacchia ed Austria lanciato da Vladimir Petkovic è chiaro: se la Svizzera vuole davvero fare un passo avanti decisivo in un grande torneo come il prossimo Europeo in Francia, bisogna fare sul serio. Da subito. Con la qualificazione in tasca, il tempo degli esperimenti è finito. Ed è giunta l'ora di fare sul serio, anche a costo di privare la Under 21 di Breel Embolo per una partita importantissima sulla via dell'Europeo di categoria.
Le due amichevoli novembrine, infatti, non devono ingannare. Storicamente la Svizzera è una squadra che in questo genere di esercizio fatica a trovare spunti e stimoli, salvo quando gioca contro avversarie di primo livello (leggi recentemente Germania e Brasile). Il primo passo avanti nella mentalità vincente a cui aspira Petkovic inizia proprio dall'affrontare con il giusto piglio agonistico due rivali tutt'altro che da sottovalutare. Entrambe, infatti, si sono qualificate brillantemente alla fase finale in Francia e rappresentano due realtà calcistiche in forte crescita.  LEGGI IL RESTO

Etichette: , ,