2LI: a colloquio con il Mister imbattuto della stagione 2015-2016


di Davide Perego


Senza troppa fatica, grazie all'elegante disponibilità dell'interlocutore, andiamo oggi alla scoperta di una realtà molto interessante e per certi aspetti decisamente "unica" nel panorama del calcio svizzero. Dalla Super League alla 2^ Interregionale ci sono solo due allenatori imbattuti in campionato, ma uno solo ancora senza sconfitte in partite ufficiali: Domenico Sinardo (Foto archivio CHalcio). Dell'ex tecnico del FC Baden avevamo perso i contatti dopo la delusione della sua ultima stagione alla guida dell'ambizioso club argoviese ad un nulla dalla promozione in Challenge League quando ancora la 1^ Promotion non era stata creata. Ci siamo chiesti prima di tutto cos'avesse fatto Domenico "Mimmo" Sinardo in tutti questi anni immaginandolo "a letto presto" così come il Noodles del mai troppo osannato "C'era una volta in America" del compianto Sergio Leone. Ci è mancato poco, ma la risposta non è stata molto diversa da quella che si saremmo attesi.


"Ho lavorato… come ho sempre fatto! Scherzi a parte, sono stato fermo per mia volontà per un anno. E non per la grande delusione (in quanto ingiusta e non dovuta a fattori tecnico-tattici ma per esempio ad un arbitraggio di parte che non sorprende più di tanto, dato che l'arbitro così come l'avversario proveniva dalla Svizzera francese!) ma perché lavorando, avendo famiglia e facendo l'allenatore come hobby ogni tanto serve una pausa per riprendere fiato e ricaricare le batterie".


Questo progetto "FC Seefeld" evidentemente sembra operazione destinata nell’immediato al salto di categoria.

"L’ FC Seefeld è per me un club particolare. Ormai è diventato il "mio" club, nel senso che sono stato chiamato già un paio di volte ad allenare la prima squadra. E vivendo nel quartiere zurighese da anni ho anche tanti amici in questa società: tutto questo mi dà stimoli e motivazioni in più. Il "progetto" - come da Lei citato - è nato due anni e mezzo fa. Mentre nel primo anno siamo stati, anche qui (!), ad un passo dalla promozione, arrivando secondi, l'anno scorso è stato da dimenticare per diversi motivi: problemi di spogliatoio e molti infortunati non ci hanno permesso di andare oltre il sesto posto".


Primi in classifica e unica squadra insieme all’Ibach imbattuta in campionato di tutto il calcio svizzero dalla Super League alla 2^ Inter. Unica squadra realmente imbattuta considerando che i lucernesi sono stati eliminati dall'Hergiswil nel turno di Coppa. Anche se è prematuro dirlo, tutti pensano che per voi andare in 1^ Lega sarà un gioco da ragazzi. Immagino che tenere alta la concentrazione di una squadra più forte delle altre sia il lavoro più difficile. Concorda ?

"Quest'anno effettivamente abbiamo fatto un girone d'andata da incorniciare. Imbattuti dopo 13 partite con una differenza reti di 39:14. Ed anche in Coppa Svizzera siamo riusciti a passare il turno anche se solo ai rigori. Ma il bello deve ancora venire. Al ritorno sarà tutt'altra cosa. Si sa benissimo che dopo una sosta invernale di quattro (!) mesi non si può parlare dello stesso campionato. Le concorrenti hanno la possibilità di rinforzarsi e tutto ricomincia da capo. Ne sanno qualcosa anche i professionisti nella massima categoria. Bisogna andare a chiedere a San Gallo, Lucerna o Zurigo cosa significa. Dunque se vorremo centrare l'obiettivo dovremo azzerare la classifica e giocare tutte le partite come se fossero delle finali. Saremo costretti a farlo in quanto tutte vorranno essere la prima squadra a batterci".


Nikolaj Gavric, David Blumer (soprattutto), Leo e Giuseppe Rapisarda, Igor Bonfardin….sono tutti potenziali giocatori da Challenge League..ciascuno con il proprio passato e ancora con le proprie sfide da voler vincere. Quali sono vantaggi e svantaggi nel disporre di così tanta abbondanza di qualità in un campionato comunque molto particolare come quello della 2^ Interregionale ?

"I nomi da Lei citati sono effettivamente dei calciatori con una certa esperienza. Ma questa soltanto non basta se non si hanno anche delle forti motivazioni dentro: voglia di dare ancora tutto e disciplina in primo luogo. Tutto ciò per me è fondamentale, indipendentemente dal nome, la categoria in cui ha militato, l'età o la nazionalità dell'atleta. Le mie non sono solo parole e chi mi conosce lo sa. C'è anche da dire che la 2^ Interregionale è un campionato strano che viene troppo sottovalutato. Tecnicamente non è di alto livello, tranne le prime 4-5 squadre di ogni girone, ma fisicamente bisogna essere pronti in quanto è molto atletico" .


Infine una curiosità: cosa ne pensa di questo FC Rüti da 50 goal che ha però in classifica dieci punti in meno di voi ?

"Per quanto riguarda l’FC Rüti penso che per una neopromossa meriti rispetto. È una squadra che vive in prima linea dai tre attaccanti già artefici principali l'anno scorso della promozione. In special modo i due fratelli Syla hanno un potenziale tecnico, tattico e fisico incredibile e al di sopra della norma per questa categoria. Tra l'altro, che io sappia, sono già stati visionati da società superiori, ma sembra che non siano interessati a lasciare la loro società. Questo senso di appartenenza non è cosa di poco conto al giorno d'oggi. Alla squadra forse manca un po’ di equilibrio in campo tra i diversi reparti, tesi che viene confermata dalla differenza reti di 50:38. Miglior attacco e (seconda) peggior difesa!".

Etichette: , , , ,