Cipolletti: "Vedeggio? Una scelta di cuore"


di Flavio Monticelli

È un Matteo Cipolletti tranquillo e sereno quello che sentiamo qualche giorno dopo il presunto trasferimento al Paradiso, poi non andato in porto. Al centro di numerose voci di mercato, l'attaccante di Peschera alla fine ha deciso di restare. "Una scelta di cuore - commenta l'italiano - non potevo lasciare questo ambiente! Ho un gran rapporto con la società e un legame troppo forte con la squadra. Per me il Vedeggio è come una seconda famiglia. Qui, tutti, prima di essere compagni sono amici, il solo pensiero di separarmi da loro mi avrebbe fatto stare male".

 Cosa pensi del vostro girone d'andata? Soddisfatti o avreste potuto fare di più?

"Per quel che mi riguarda credo che non possiamo essere contenti al 100% di questa prima parte di stagione. Date le nostre potenzialità, abbiamo perso troppi punti stupidi lungo il nostro tragitto. Lo dico senza nulla togliere alle squadre che hanno saputo fermarci, anzi tanto di cappello! Penso infine che se affrontassimo tutte le partite con la mentalità che abbiamo portato in campo contro il Losone nell'ultima partita di andata, sarebbe davvero difficile per le avversarie affrontarci e rubarci punti"


A livello personale, sei soddisfatto delle tue prestazioni?


"Vale la stessa cosa che ho detto per la squadra, non sono soddisfatto appieno. Avrei potuto fare meglio, anche se comunque 10 gol in 13 partite sono un bel bottino, ma se penso alle occasioni avute ora potrei essere lì insieme a quel "piccolo diavolo" di Mele, a cui faccio tantissimi complimenti. Il mio obiettivo personale per il ritorno sarà quindi recuperarlo, e magari, perché no, superarlo. 
In ogni caso credo ci sia sempre da migliorare, anche quando si è in formissima penso che si può sempre fare meglio!"


Credi che il Vedeggio abbia bisogno di un qualche rinforzo, oppure siete a posto così?


"I nostri rinforzi li abbiamo in casa! Mi riferisco al rientro di Bonanno, al mio compagno di reparto Elia e al recupero di Cesic. Tutti e tre erano infortunati nel girone d'andata. Ora sono sicuro che ci daranno una grande mano!
Se poi la società vorrà intervenire ancora sul mercato, beh, chi non vorrebbe qualche giocatore forte con sé? Sono sempre ben accetti ma sinceramente penso che siamo già al completo così.

Chi vedi come favorita al titolo?

"Sono molto scaramantico, quindi non mi sbilancio a fare pronostici. Guardo in casa nostra e...per il momento siamo terzi, quindi non siamo noi la squadra da battere. Abbiamo però tutte le carte in regola per fare molto bene. Mancano 13 partite e quindi ci sono 39 punti in palio. Può succedere di tutto!"

Etichette: , , , ,