Zeman: "Siamo stati costanti, ora bisogna ripartire da qui"


Da www.fclugano.com

A fine par­ti­ta Zde­nek Ze­man é cir­cor­da­to dai gior­na­li­sti. La pri­ma do­man­da ri­guar­da l'epi­so­dio dell'espul­sio­ne di Pni­shi e quan­to il Lu­ga­no ne ab­bia trat­to van­tag­gio. L'al­le­na­to­re bian­co­ne­ro mi­ni­miz­za: "pen­so che noi ab­bia­mo co­min­cia­to il mat­ch con la stes­sa vo­glia di fare benemo­stra­ta in se­gui­to. Era­va­mo ag­gres­si­vi e at­ti­vi. Gio­can­do così si può sem­pre fare ri­sul­ta­to. Poi é nor­ma­le che la su­pe­rio­rità nu­me­ri­ca ci ha aiu­ta­to an­che se loro han­no tol­to uno dei quat­tro at­tac­can­ti, ma ne ri­ma­ne­va­no in cam­po tre che fi­no­ra ave­va­no fat­to 30 gol: gio­ca­to­ri tut­ti mol­to im­por­tan­ti."

RI­PAR­TI­RE DA QUI?
"Spe­ro che la squa­dra rie­sca a cre­sce­re e a fare cal­cio come ha fat­to que­sto po­me­rig­gio. Ma­ga­ri già in al­tre par­ti­te ave­va­mo fat­to bene ma non in modo con­ti­nuo per tut­to l'arco dei 90 mi­nu­ti."

 SOD­DI­SFAT­TO DELL'OT­TA­VO PO­STO E DEI 19 PUN­TI?
 "Se ave­va­mo qual­che pun­to in più era me­glio però ci te­nia­mo quel­li che ab­bia­mo con­qui­sta­to. La pri­ma par­ti­ta del gi­ro­ne di ri­tor­no sarà a Cor­na­re­do con­tro il Va­duz: una gara im­por­tan­te, spe­ro che pos­sia­mo pre­pa­rar­la bene e gio­car­la come sap­pia­mo".

 GIO­CA­TO BENE
 "Spe­ro che la squa­dra si ren­da con­to di quel­lo che si deve fare e come lo si deve fare. Oggi ri­spet­to a Va­duz ab­bia­mo gio­ca­to bene. Là ave­va­mo aspet­ta­to e fat­to gio­ca­re loro. Con­tro il Gras­shop­per in­ve­ce ab­bia­mo sem­pre cer­ca­to la pal­la, sia­mo sta­ti ag­gres­si­vi e pron­ti a ri­par­ti­re e lì fac­cia­mo male per­ché da­van­ti i no­stri gio­ca­to­ri sono bra­vi."

 MER­CA­TO IN­VER­NA­LE
"Se sarà pos­si­bi­le mi­glio­ra­re l'or­ga­ni­co spe­ro che riu­sci­re­mo a far­lo. Ab­bia­mo al­cu­ne po­si­zio­ni da col­ma­re, nei cen­tra­li di­fen­si­vi -per esem­pio- sia­mo cor­ti e oggi ha do­vu­to adat­tar­si Ve­se­li."

 COP­PA SVIZ­ZE­RA
"Non l'ho mai sottovalutata. Anzi ho sem­pre af­fer­ma­to che cer­che­re­mo di fare del no­stro me­glio. L'av­ver­sa­rio non é di pri­ma scel­ta ma an­che que­sto può na­scon­de­re del­le in­si­die in una par­ti­ta sec­ca. Non sot­to­va­lu­tia­mo nes­su­no e ci pre­pa­re­re­mo a do­ve­re (con un al­le­na­men­to mar­tedì, due mer­co­ledì e poi tut­te le mat­ti­ne n.d.r.). In caso di vit­to­ria una sola par­ti­ta ci se­pa­re­reb­be poi dal­la fi­na­le...".

Etichette: , , ,