Lugano in campo per agguantare la finale


Appuntamento con la storia questa sera per il Lugano. I bianconeri scenderanno in campo alle 19.00 alla SwissporArena contro il Lucerna per la prima semifinale di Coppa Svizzera in programma (l'altra è Sion-Basilea alle 20.45). In caso di vittoria i bianconeri si garantirebbero l'accesso all'ottava finale della propria storia. Atto conclusivo che in riva al Ceresio manca dalla lontana stagione 1992-1993, quando i bianconeri riuscirono ad imporsi sul Grasshopper per 4-1, alzando così al cielo l'ambita Coppa. Quella fu la penultima squadra ticinese a raggiungere la finale: solo il Bellinzona, otto anni or sono, riuscì a guadagnarsi una prestigiosa finale (poi persa 4-1) al St. Jakob contro il Basilea.
All'appuntamento il Lugano ci arriva da favorito, non tanto per meriti propri (non sono infatti parecchi i punti raccolti dalla squadra di Zeman in questa prima parte di ritorno), ma piuttosto per demeriti di un Lucerna che nell'anno nuovo è ancora all'asciutto. Zero punti raccolti in 4 gare, 9 reti subite e sole 2 segnate. Un bottino che non può soddisfare Markus Babbel. La sua compagine fino a qualche mese fa veleggiava nelle parti alte della graduatoria, vicina addirittura al terzo posto, sinonimo di Europa League. Dopodiché, le partenze di Lezcano e Freuler, due punti fermi nello scacchiere del mister, hanno inceppato il giocattolo. Ed ora è crisi. Occhio però, perché la Coppa è competizione a sé, in cui, spesso, è proprio chi non sta vivendo un momento migliore a spuntarla. E poi, in Europa, ci si può arrivare pure da qui. (am)

Etichette: , , ,