Tecnologia nociva per i calci di rigore


Qualche settimana fa, proprio in questa rubrica mi domandavo se non fosse venuto il momento per il calcio di far ricorso maggiormente alla tecnologia. L’elezione del nuovo presidente della Fifa, Gianni Infantino, ha notevolmente accelerato la risposta alla mia domanda. Dal 2017 inizierà la sperimentazione per diverse situazioni. È una decisione storica, che segna un passo avanti decisivo per il calcio. Che merita però alcune riflessioni.
La tecnologia deve infatti essere finalizzata ad aiutare l’arbitro nelle sue decisioni. Quindi sistemi come il sensore per determinare il gol-non gol, la linea virtuale per valutare il fuorigioco (in caso di azione che porta alla rete) o la moviola per evitare lo scambio di giocatori in caso di sanzioni disciplinari (cartellini), sono certamente un sostegno oggettivo al lavoro dell’arbitro. Sono molto più perplesso, invece, per quanto riguarda il determinare l’assegnazione del calcio di rigore. LEGGI IL RESTO 

Etichette: ,